Le catene in franchising sono concentrate nel Nord Italia

Le catene in franchising sono concentrate nel Nord Italia

La concentrazione geografica del franchising

Negli ultimi anni in tutta Italia sta dilagando sempre più il fenomeno del franchising.

Ma dove si concentrano le catene in franchising?

Recentemente è stata pubblicata un’analisi di Antonio Fossati, che ha studiato il fenomeno sull’intero territorio.

Fossati è Socio Fondatore di RDS Consulting dal 1990 ed ha sempre avuto un ruolo di primo piano nella creazione di importanti reti retail sia a livello nazionale e internazionale.

E’ autore di pubblicazioni sul franchising e articoli su tematiche marketing e vendite. svolge attività di docenza nell’area marketing e di gestione attività di formazione manageriale presso l’Università di Pavia e Visiting Professor presso MIB School of Management di Trieste.

Da esperto di definizione delle strategie franchising ha analizzato la distribuzione delle reti in franchising sull’intera penisola.

Analizzando attentamente la distribuzione nazionale si evince che la maggior parte dei brand che operano in franchising sono concentrate nel Nord Italia.

Al Nord sono infatti attivi 496 franchisor, poco meno del 60% del totale.

Nnell’Italia Settentrionale più di 23.000 imprenditori hanno inoltre abbracciato questa formula imprenditoriale.

Un’accurata disamina dell’effettiva distribuzione nazionale dimostra che al Sud sono però presenti le catene notevolmente maggiori soprattutto in Calabria, Molise e Sicilia: rispettivamente 198, 181 e 175 punti vendita per franchisor.

negozi-franchising

Una delle ragioni per cui nelle Regioni settentrionali si manifesta una maggiore frammentazione del settore franchising potrebbe essere il minore livello dei consumi medi delle regioni meridionali che si attestano attorno al 20% al di sotto della media nazionale.

E’ possibile infatti che il minor potere d’acquisto delle famiglie del Sud non giustifichi spazio per le catene franchising meno solide sul mercato nazionale.

Al Sud risulta quindi più difficoltoso l’insediamento delle catene più giovani, lasciando invece spazio a quelle di dimensioni maggiori, che spesso sono già affermate a livello nazionale.

 



Lascia un Commento

*