Biancaffè, l’espresso italiano dal 1932

Biancaffè, l’espresso italiano dal 1932

Punti vendita in franchising dove trovare il buon caffè

L’azienda Biancaffè è nata nel 1932 come una piccola torrefazione artigianale che si è trasformata, in più di mezzo secolo, in un moderno complesso industriale.

Durante il corso degli anni sono stati messi a punto metodi tecnologicamente avanzati per il controllo dello standard qualitativo del prodotto, ma la rigorosa selezione del prodotto e la meticolosa cura in tutte le fasi della lavorazione è rimasta invariata.

Biancaffè è un’azienda di torrefazione che vende caffè per la grande distribuzione, per uso domestico, per macchinette automatiche.

La società ha intrapreso l’attività in franchising nel 1999 ed attualmente conta su 39 punti vendita.

L’azienda ha messo in atto un’aggressiva strategia di marketing con l’obiettivo di allargare il mercato a livello europeo.

Per aprire un nuovo punto vendita il franchisor richiede una superficie minima di 30 metri quadrati in un bacino di utenza di almeno 15.000 abitanti.

L‘investimento iniziale per intraprendere l’attività è di 10.000 € e canoni periodici.

Il franchisor prevede un fatturato medio annuo di 300.000 € ed offre un sistema completo di supporto a tutti gli affiliati.

La durata contrattuale dell‘affiliazione in franchising è di 3 anni.

Biancaffè offre l’opportunità di condividere obiettivi e successi.



Lascia un Commento

*